Squalificato per un turno il nostro campo da gioco

Qualche settimana addietro abbiamo dato vita all’iniziativa “GODETEVI LA PARTITA”, un messaggio rivolto a tutti coloro che presenziano agli allenamenti e alle partite dei nostri atleti e miniatleti per ricordare loro che i protagonisti sono esclusivamente loro, figli, nipoti ed amici che calcano il parquet e che il ruolo dei tifosi è quello di gioire, supportare, soffrire e perché no, anche arrabbiarsi e dissentire, ma sempre rispettando le regole, i valori e i principi sportivi. In un contesto sociale dove si litiga se si è in coda al’ufficio postale, si grida per una precedenza non data, si manifestano le proprie idee distruggendo e appiccando il fuoco alle macchine, lo sport può ancora rappresentare un mondo di principi e valori comportamentali da far seguire ai nostri ragazzi: chi fa sport, indipendentemente dal fatto che sia bravo o meno, talentuoso o meno, che giochi tanto o poco, deve seguire un percorso morale ancor prima che fisico e tecnico.

Se queste sono le premesse del nostro lavoro, leggendo le decisioni che il giudice sportivo della Federazione Liguria ha adottato dopo la partita di gara 2 di finale vinta contro Arcola  (soc. ASD SCUOLA BASKET DIEGO BOLOGNA LA SPEZIA: squalifica campo di gioco e per invasione del campo di gioco, commessa da più persone commutata d’ufficio con ammenda di Euro 110.00 [art. 15 RG,art. 27,3B RG]soc. ASD SCUOLA BASKET DIEGO BOLOGNA LA SPEZIA: ammenda di Euro 40.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 25,4b RG rec.]) non possiamo non pensare che abbiamo perso.

ABBIAMO PERSO. NOI come Società Scuola Basket D. Bologna, NOI come genitori e tifosi, NOI come staff. Semplicemente non doveva accadere se quel “GODETEVI LA PARTITA” è un modo di vivere lo sport e la gara e non solo un cartello ignorato all’entrata della palestra. Speriamo di aver perso solo un occasione e lavoriamo insieme per migliorarci e dare un esempio costruttivo ai nostri atleti.

Scuola Basket e MiniBasket D. Bologna La Spezia