Un lungo viaggio, arrivano Luka Sebrek e Milos Stakic

20140915_173733 - Copia20140915_173754 - Copia

Arrivati domenica sera, dopo circa 1000 km di viaggio, giusto in tempo per sedersi davanti alla televisione e tifare Serbia nella finale contro Team USA dei mondiali di basket: sono Luka Sebrek e Milos Stakic, i ragazzi che hanno scelto di iniziare con la nostra Società il loro percorso di formazione sportiva e umana lontano da casa, inseguendo il sogno di diventare dei giocatori professionisti. Con gli occhi lucidi e un nodo in gola Zelika e Dragan, i genitori di Luka, già il mattino dopo hanno salutato il loro ragazzo che saliva sul pulmino della scuola a Riccò del Golfo.

LUKA SEBREK, classe 2000, 191 cm di altezza, da Belgrado, capitale della Serbia. Il suo sorriso e il suo portamento fiero non lasciano dubbi: sembrano dire “voglio diventare un giocatore di basket!” Comincia così l’avventura che porterà questo appena 14enne, che parla già tre lingue, a trascorrere un intero anno lontano dalla famiglia in una nuova scuola, in una nuova squadra e…in una nuova famiglia che lo ha accolto con grande disponibilità. Luka è determinato, sicuro di sé e dei suoi mezzi ma pronto ad imparare, imparare e imparare per trarre il massimo da questa importante esperienza di vita.

Con Luka è arrivato anche MILOS STAKIC che ha salutato i genitori a Sipovo, piccolo paese della Bosnia Herzegovina, con poco più di 10.000 abitanti. Milos, classe 1999, 196 cm di altezza, un “gigante buono”; occhi azzurri, viso pulito e nemmeno una parola di italiano! Milos è un po’ disorientato, ma ci guarda fiducioso , presto ci capirà e a differenza nostra, parlerà italiano e bosniaco.

Dimostrano grande coraggio e grande spirito questi due giovanissimi che, per inseguire un sogno, hanno sacrificato un po’ della loro giovinezza …in bocca al lupo ragazzi!