Trofeo delle Regioni 2015. Decimo posto per la Liguria maschile, quinto per le ragazze

Dal sito https://superbasketball.wordpress.com/:

“Nel Trofeo delle Regioni 2015 svoltosi a Roma, la nostre selezioni hanno chiuso con un quinto posto, il quarto consecutivo nelle ultime quattro edizioni, per le femmine, e con un decimo posto, in leggera discesa ma comunque in linea con gli anni scorsi, per i maschi.”

“Per quanto riguarda i ragazzi di coach De Santis, le ultime 3 giornate sono state occupate dei 3 turni del girone per i posti dal 9° al 12° nel quale erano stati relegati dopo la sconfitta con la Puglia. Una sconfitta dopo due overtime che purtroppo è stata bissata il giorno dopo contro il Piemonte. “Che dire: come in altre occasioni, abbiamo giocato bene per 3 dei 4 quarti, ma abbiamo perso pesantemente, mollando con la testa, nell’ultima frazione” spiega il coach. E infatti 16 dei 18 punti di scarto subiti si sono accumulati nel quarto tempino, dopo che i nostri avevano giocato alla pari con i piemontesi, poi primi nel girone e dunque piazzatisi noni.

Restava da giocare per il decimo posto, e prima di tutto c’era da battere l’Umbria. “Ieri invece dire che è andata già bene. Siamo riusciti a giocare tutti e 11, tranne Bellotti che aveva la febbre, e siamo quindi riusciti a rifiatare e a distribuire gli sforzi“. La partita è stata equilibrata sino ad oltre l’intervallo, poi i nostri si sono imposti sugli umbri e il divario si è allargato sino a un tranquillizzante +25, importante anche per le possibili parità a fine girone.

Parità che sono state scongiurate oggi, battendo anche la Sicilia. “Già ieri dopo la partita con gli umbri ci eravamo resi conto che loro difficilmente avrebbero potuto battere il Piemonte, per cui si giocava oggi per vincere e prendersi il decimo posto. Addirittura oggi potevamo anche perdere di 16 e saremmo stati decimi lo stesso, ma comunque abbiamo giocato bene, facendo una discreta partita, regolare, tenendo i siciliani sempre dietro in modo che non sono mai riusciti a tornare più vicini di 6-7 punti. Con questa siamo anche riusciti a fare in modo che ognuno dei ragazzi sia partito in quintetto in almeno una gara. Insomma, globalmente sono soddisfatto anche se la classifica non ci ha premiato, 3 vittorie giuste e 3 sconfitte, di cui un paio, specialmente la prima col Lazio, tirate, in cui abbiamo giocato bene se non per un tempino o addirittura mezzo tempino, e che ci sono costate molto. Vincere la prima ci avrebbe fatto finire primi nel girone e probabilmente negli 8! E con incroci più favorevoli. In ogni caso, questo è un buon gruppo, voglioso di ascoltare e mettere in pratica quello che suggerivamo, con ragazzi che stanno anche già facendo nei campionati superiori e che possono crescere bene“.

Storicamente, questo decimo posto, rappresenta un paio di passi indietro dall’ottavo dell’anno scorso e uno indietro dalla due edizioni precedenti in cui si era stati noni, ma meglio dell’undicesimo del 2011 e del tredicesimo del 2010 e del 2009 o del sedicesimo del 2008, a dimostrare che passi avanti se ne sono fatti anche nel maschile. E se consideriamo che con un libero piazzato in più contro la Puglia si sarebbe stati comunque ottavi…non ci si può lamentare troppo!

Il torneo l’ha vinto la Lombardia, che si è imposta su una combattiva Emilia Romagna, mentre il Veneto ha tenuto il Lazio fuori dal podio.”

img_3522(1)aad

Attachment

img_3522(1)aad img_3471(1)d-3ss